Un filo lungo 20 anni

Un filo lungo 20 anni.

“...Un progetto che valorizzi e che faccia rivivere il passato attraverso il recupero della storia raccontata nei luoghi dove essa avvenne è un’occasione importante per far conoscere anche fuori dai confini provinciali la Città di Ala e il suo prezioso centro storico.

Perché “Ala città di velluto”? Perché i vellutai sono stati ad Ala i lavoratori che più di tutti hanno fatto parlare di sé e che hanno lasciato un segno nella tradizione popolare. Saranno i vellutai protagonisti dei racconti, saranno loro che accompagneranno i visitatori nella storia di Ala del ‘700, attraverso visite guidate e animate nei più significativi luoghi della città.”

Questo scriveva nel 1998 l’allora Sindaco di Ala.

Sono passati vent’anni e “Città di Velluto” è diventato un marchio che identifica la Città, le sue bellezze architettoniche, le proposte culturali e turistiche. In questi anni sono stati riannodati i fili interrotti di una storia affascinante, è stata riscoperta l’identità culturale e sociale di persone che, allora come ora, hanno saputo dialogare ed aprirsi ad altre culture, mantenendo integro il proprio senso di appartenenza.

L’edizione 2017 vuole essere un tributo alla manifestazione stessa!

Ritroveremo gli spettacoli più amati, seppur rivisti e attualizzati, reincontreremo gli ospiti più attesi, rivivremo atmosfere ed emozioni.

Il ventennale non sarà comunque un punto di arrivo, ma la partenza per altre sfide che attendono la Città per accrescere il suo ruolo nel turismo culturale, con la creazione di un importante Polo Museale e la riapertura dei palazzi Pizzini e Taddei.

Claudio Soini

Sindaco del Comune di Ala

 

Tiziano Mellarini

Assessore alla Cultura

della Provincia Autonoma di Trento

Comune di Ala

Regione Autonoma Trentino Alto Adige

Provincia Autonoma di Trento

Azienda per il Turismo Rovereto e Vallagarina

B.I.M. dell’Adige Comunità della Vallagarina

partner privati

credits